Caldaia a condensazione: guida alla scelta

Una caldaia a condensazione, rispetto a quella tradizionale, permette un risparmio sul consumo del gas perché riesce a recuperare il calore latente che prima veniva disperso in ambiente con i fumi.

In questo modo, una caldaia a condensazione, riesce a risparmiare il 30% dei costi in bolletta. Non è fantastico?

Ma quali sono le migliori caldaie a condensazione presenti sul mercato? Come districarsi tra le mille offerte? Vediamo di fare il punto in questo fantastico articolo.

Dimenticavo, se vuoi scoprire come risparmiare maggiormente sul riscaldamento, leggi questo articolo!

Prima di proseguire, Ti riporto una tabella dove è possibile vedere le potenze necessarie per la grandezza della casa.

Ovviamente, i calcoli per scegliere la potenza della caldaia sono indicativi perché per fare una scelta più attenta dovrai considerare tanti altri fattori.

Detto questo, cominciamo!

Caldaia a condensazione: Marche migliori

Le marche migliori di caldaie a condensazione sono:

  1. Vaillant
  2. Junkers Bosch
  3. Baxi
  4. Beretta
  5. Ariston
  6. Ferroli

Vaillant Ecotec Pure a condensazione VMW 246/7-2

Al primo posto troviamo la Vaillant Ecotec Pure VMW 246/7-2 da 24 kw e la Ecotec PRO VMW 286/5-3 H+ MTN da 28 kw.

Vaillant è protagonista nell’innovazione del mondo della climatizzazione e riscaldamento con soluzioni eco-compatibili ad alto risparmio energetico, tutte orientate all’utilizzo delle energie rinnovabili. L’Azienda è presente sul mercato italiano dal 1960 ed è stata premiata nel 2013 dall’IF World Design Guide per la sua Vaillant EcoBLOCK plus, una delle migliori caldaie a condensazione murali al mondo, grazie anche ai suoi dettagli di pregio e ad una grande efficienza energetica. La versione con bollitore permette di utilizzare la caldaia anche per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria.

Questo marchio ha sviluppato un sistema denominato ELGA, che riesce a regolare e monitorizzare in maniera elettronica la combustione del gas, e quindi ad ottimizzare i consumi garantendo il miglior rendimento possibile.

Junkers Bosch Condens 2300 W 24kw

Al secondo posto troviamo la Junkers Bosch Condens 2300 W 24kw.

BOSCH, azienda tedesca nata oltre 100 anni fa, si è sempre distinta nel mercato per l’elevata qualità dei prodotti immessi sul mercato. Già leader in vari settori industriali e domestici, quali la produzione di dispositivi IoT per la domotica e l’industry 4.0, Bosch ha deciso di profondere ulteriori sforzi per eccellere anche nell’ambito della termotecnica, acquisendo l’azienda Junkers (già leader del settore) e realizzando impianti di riscaldamento di alta qualità che sono in grado di garantire elevate prestazioni e un bassissimo impatto ambientale, grazie alle ridotte emissioni inquinanti.

Come accennato, alcuni modelli di caldaia a condensazione Bosch vengono commercializzati con il brand Junkers. Solitamente si tratta di impianti meno curati sotto l’aspetto estetico, destinati prevalentemente a chi cerca qualità ed efficienza, senza guardare l’aspetto del prodotto o per coloro che non hanno bisogno di soluzioni avanzate per il collegamento con app e domotica.

Baxi Duo-tec Compact a condensazione

Al terzo posto troviamo la Baxi Duo-tec Compact a condensazione da 24 kw e da 28 kw.

Partendo dal concetto che la caldaia a condensazione per garantire la massima resa, deve funzionare costantemente, cercando di limitare il numero di accensioni e spegnimenti durante l’arco della giornata, Baxi ha sviluppato il suo esclusivo sistema GAC.

Grazie al GAC (Gas Adaptive Control) le caldaie Baxi sono in grado di tenere sotto controllo il segnale di fiamma, riuscendo così a variare la quantità di gas in maniera del tutto automatica. Questo genera due enormi vantaggi: riduzione dei consumi e facilità di installazione, in quanto le regolazioni vengono fatte dal software stesso della caldaia.

Tutte le caldaie BAXI sono dotate della funzione antigelo, particolarmente utile se la caldaia deve essere installata all’aperto in zone climatiche con inverni molto rigidi.

Beretta Ciao Green 25 CSI a condensazione

Al quarto posto troviamo la Beretta Ciao Green 25 CSI da 25 kw a condensazione.

eretta è una società italiana fondata oltre 40 anni fa, che sin dalla sua nascita investe nell’innovazione per fornire caldaie e impianti di climatizzazione di qualità alle case degli italiani. I prodotti a catalogo sono molti e comprendono caldaie a condensazione murali e caldaie a basamento, da incasso e da esterno. Per un elenco completo potete fare riferimento al sito aziendale: http://www.berettaclima.it/prodotti/residenziale/murali-condensing.

Ariston CLAS One24 a condensazione

Al quinto posto troviamo Ariston CLAS One da 24 kw e da 30 kw.

La vasta gamma di caldaie Ariston offre la massima resa termica e il maggior comfort con il minor consumo possibile di energia. Da oltre 50 anni, ogni caldaia Ariston garantisce affidabilità e performance durature grazie all’impiego delle più innovative tecnologie di riscaldamento.

Ferroli Divacondens 24kw

Al sesto posto troviamo la Ferroli Divacondens 24kW.

Questo modello proposto da Ferroli è un generatore di calore a condensazione pensato per i sistemi di riscaldamento più vecchi, da installare quindi in edifici datati in cui non è possibile dare revisioni all’impianto.

Accessori fondamentali

Le caldaie a condensazione, rispetto alle colleghe più datate, hanno componenti più delicati e perciò necessitano di alcuni accessori fondamentali:

  • Dosatore di polifosfati, che evita la formazione di calcare che andrebbe a danneggiare sia la caldaia che i rubinetti in casa e che, ovviamente, dovrà essere ricaricato;
  • Defangatore, che tiene pulito l’impianto di riscaldamento dalle schegge metalliche;

Caldaia a condensazione: conclusione

Ora non ti resta che scegliere la caldaia a condensazione migliore per te e risparmiare fino al 30% del costo della bolletta!

P.S: Se l’acqua calda non arriva in qualche rubinetto in casa, molto probabilmente c’è un accumulo di calcare che ne blocca il passaggio.

Chiamaci al 3898835036 e saremo da te in men che non si dica!

Ecco cosa dice che si è affidato a noi prima di te:

Ed ecco cosa dicono altri clienti di noi.

Come risparmiare sul riscaldamento

Come risparmiare sul riscaldamento
Fonte: Google immagini

Come risparmiare sul riscaldamento? Con il costo della vita sempre in aumento e gli stipendi che restano invariati, sorge spontanea farsi questa domanda!

Tra tutte le proposte che ci si vedono, è facile perdersi.

Ecco, quindi, che in questo fantastico articolo vediamo di fare un po’ di ordine.

Come risparmiare sul riscaldamento: le cause

Prima di vedere assieme come ridurre gli sprechi di energia dentro casa, è importante evidenziare quelli fuori.

Non ha senso, infatti, continuare a riempire con acqua un secchio bucato, non credi?

Detto ciò, vediamo quali sono i maggiori buchi nelle nostre case.

Al primo posto, per danni maggiori, troviamo le pareti delle nostre case che, se non di recente costruzione e/o non coibentate, disperdono fino al 60% del calore che abbiamo in casa, con un equivalente spreco ovviamente.

Al secondo posto troviamo il tetto. Se per sfortuna, infatti, non hai vicini al piano di sopra, sappi che il soffitto disperde fino al 25% del calore che c’è in casa.

Al terzo posto troviamo gli infissi. Questi, infatti, disperdono fino al 10% del calore presente in casa. (E’ un buco più piccolo, ma è sempre importante ;))

Al quarto posto troviamo le porte che disperdono fino al 5% del calore presente in casa.

Ecco cosa fare

Ad oggi gli interventi per risparmiare sul riscaldamento più frequentisono i seguenti:

  • Infissi
  • Impianti termici e solare termico
  • Isolamento termico delle pareti e del tetto

Considerando i costi/benefici ritraibili da questi interventi se fossero degli esperti a dare consigli ai propri clienti occorrerebbe invertire la tendenza e favorire i lavori di Coibentazione dell’involucro edilizio prima degli altri.

Cambiare la caldaia o gli infissi sono interventi comuni ma i meno efficaci a parità di costo rispetto ai risultati che si conseguono!

Isolare termicamente le pareti e il tetto (85% di dispersione) oltreché interventi aventi un costo limitato consentono di risparmiare in modo molto elevato così da avere un ritorno economico di investimento davvero in tempi molto brevi.

Tra i vari lavori di isolamento termico per minimizzare la dispersione di calore ci sono diverse opportunità per isolare la casa :

  • Insufflaggio delle pareti (riempimento delle intercapedini presenti nei muri esterni tipici di case costruite tra gli anni 60-90).
  • Sostituzione degli infissi (con infissi a taglio termico)
  • Cappotto termico interno (mediante apposizione di pannelli isolanti all’interno delle pareti)
  • Cappotto termico esterno (mediante apposizione di pannelli isolanti all’esterno delle pareti)

Se vuoi risparmiare sul riscaldamento sul serio comincia con il mettere il cappotto alla tua abitazione.

Vedrai che benefici!

Se oltre a risparmiare sul gas, vuoi risparmiare anche sulla bolletta dell’acqua, non esitare a contattarci.

Saremo ben lieti di risolvere i tuoi problemi relativi alle perdite di acqua!

Chiamaci subito al 3898835026 e saremo da te in men che non si dica!

Grazi ai nostri automezzi copriamo tutta Milano e provincia!

Dai un’occhiata ai nostri prezzi.

Leggi qui sotto cosa dicono i clienti che si sono rivolti a noi prima di te:

Non ti fidi ancora? Leggi cosa dicono di noi altri clienti.

Chiamaci ora al 3898835026 e saremo da te in men che non si dica!

Chiamaci Ora